Shapiro Vandelli - Castello di Udine - 09-07-19


Shapiro Vandelli - Castello di Udine - 09-07-19

Disponibile

35,00
Prezzo comprensivo di IVA e in caso di biglietti di diritti di prevendita


SHAPIRO - VANDELLI
LOVE AND PEACE LIVE TOUR - 09/07/2019 - CASTELLO DI UDINE

 

Udine - Castello [mappa] - 09/07/2019

Orario inizio: ore 21:15
Biglietto € 30,00 + 5,00 € diritto di prevendita

Posto unico

LOVE AND PEACE TOUR

La storia della canzone italiana dalla beat generation a oggi raccontata da due protagonisti assoluti di una stagione indimenticabile.


SHEL SHAPIRO

E' lo pseudonimo di David Norman Shapiro, cantante, musicista, attore e produttore discografico inglese, leader dello storico gruppo The Rokes, quattro ragazzi inglesi che vendettero milioni di dischi e segnarono profondamente l'immaginario delle giovani generazioni di allora tra musica, costume, politica e società.

Sciolti i Rokes nel 1970 Shapiro diventa uno dei più ambiti e ricercati operatori del dietro le quinte della canzone, come autore, arrangiatore e produttore di artisti italiani tra i quali: Mina, Rino Gaetano, Patty Pravo, Alberto Camerini, Riccardo Cocciante, Mia Martini, I Decibel di Enrico Ruggeri, David Riondino, Eugenio Bennato e altri. Fra i brani composti da lui: Era per Wess e Dori Ghezzi, per l'Eurovisione Song Festival del1975, E poi per Mina, Non ti bastavo più per Patty Pravo, Quante volte per Mia Martini, Stupidi per Ornella Vanoni. Dopo aver arrangiato e prodotto i dischi Cervo a Primavera e Cocciante, nel 1982 scrive con Mia Martini il brano Quante volte e produce il disco Quante volte... ho contato le stelle.

Negli anni Ottanta Shel vive tra Miami, Città del Messico e Madrid dove produce con successo molti cantanti latino-americani. Rientra brevemente in Italia per registrare Per Amore della Musica primo suo lavoro dopo la fine dei Rokes. Dopo Backstage: Il grande sogno ideato insieme a Gianni Minà, si interessano di lui il cinema e la televisione e viene chiamato a interpretare ruoli da protagonista (Vento di Ponente, Eldorado, Operazione Rosmarino e Il nostro matrimonio è in crisi e il film Il giorno + bello). Esperienze non del tutto nuove visto che nel 1970 era stato diretto da Mario Monicelli in Brancaleone alle Crociate.


Sfuggito per sua determinazione alle operazioni di revival, oggi Shapiro è, per i suoi percorsi artistici e creativi e per le diverse e molteplici esperienze, un artista maturo che trova amplificati il carisma e la personalità che lo hanno sempre caratterizzato. Nel 2006 si è occupato dell'adattamento in lingua inglese di alcuni brani classici del repertorio di Fabrizio De Andrè per Patti Smith. Nel 2008 compare in Anna e i cinque su Canale 5. Nel 2009 con la canzone È la pioggia che va si è aggiudicato la vittoria della prima edizione della trasmissione di RaiUno Ciak... si canta! condotta da Eleonora Daniele. E’ stato la voce narrante di Pierino e il Lupo eseguito dall’Orchestra del Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano diretta da Amedeo Monetti, ha portato nei teatri italiani Sarà una bella società, un’opera teatrale scritta da Edmondo Berselli.

Successive produzioni teatrali e musicali sono Beatnix la storia della nascita della Beat Generation scritto insieme a Edmondo Berselli, Shylock – Il mercante di Venezia in prova di Shakespeare, con la regia di Roberto Andò e Moni Ovadia per il Teatro Stabile di Bologna, fa Caifa in Jesus Christ Superstar” diretto da Massimo Romeo Piparo, Eccolo di nuovo – il concerto, HAMBURG 1963 - The club tour ‘Back to the Roots”. In veste di autore con Marco Cavani ha pubblicato il libro Io sono immortale per Mondadori. Nel 2016 lo abbiamo visto anche nel film di produzione americana All roads lead to Rome (Tutte le strade portano a Roma) con Sarah Jessica Parker, Raoul Bova, Claudia Cardinale. Sempre nel 2016 ha girato il film di Roberto Faenza La verità sta in cielo, film che indaga sulla vicenda di Emanuela Orlandi. Nel 2018 ha girato il nuovo film di Guido Chiesa Ti presento Sofia.


MAURIZIO VANDELLI

Modenese, si forma artisticamente in anni in cui il fermento musicale internazionale era segnato dalla musica beat e dalla musica pop. Inizia a esibirsi con l'amico Victor Sogliani in locali estivi sulla costa romagnola e marchigiana. Con Franco Ceccarelli e Alfio Cantarella diventeranno l'Equipe 84, una formazione che inanellerà una serie senza fine di successi: Papà e mammà, Quel che ti ho dato, Io ho in mente te, 29 Settembre, Tutta mia la città.

Nel 1962 ebbe modo di assistere personalmente alle prove di I saw her standing there a Londra. Conosce quindi Paul McCartney, John Lennon, Brian Jones, Richard Lester, Giorgio Gomelsky, Keith Richards e Jimi Hendrix che ospita anche a Milano. Una sera fa ascoltare a Jimi Hendrix il suo assolo di chitarra inciso nel disco Nel ristorante di Alice, totalmente copiato da un assolo di Jimi. Per tutta risposta Hendrix lo abbraccia ringraziandolo. Scopre i Procol Harum in un locale di Londra e si fa consegnare la lacca di A Writer shade of pale che poi porterà alla Ricordi per farla incidere ai Dik Dik, che produrrà discograficamente. Nel 1982, con lo pseudonimo di Key Of Dreams incide la cover di Africa Toto e Maniac, tratta dal film Flashdance. Dopo una collaborazione con i Dik Dik, nel 1989 esce il CD Walzer d’un Blues di Adelmo e i suoi Sorapis, cioè Zucchero, Dodi Battaglia, Umbi Maggi, Fio Zanotti e Michele Torpedine, oltre lo stesso Vandelli.

 

 

Cerca questa categoria: Biglietti Spettacoli Folkest